PENSARE da Campioni: Rafael NADAL

nadal1

Rafael Nadal, dopo aver vinto il 13° Masters 1000* in carriera  contro Andy Murray, ha tenuto una Conferenza Stampa dalla quale è possibile trarre molti Spunti di Riflessione, sia come Giocatori/Maestri di Tennis, sia come Genitori di Bambini che svolgono un’Attività Sportiva.

 

Nadal, prima che cominciasse a Vincere anche sulle Superfici più Veloci, era conosciuto da tutti come un “Corridore” da Terra Rossa e molti “Esperti” dicevano:….non farà mai Risultati al di fuori dei “Campi Rossi”,…conosce un solo Tipo di Gioco,…non durerà molto perché il suo Gioco è troppo dispendioso…ecc..

 

Lui, infischiandosene di tutto e di tutti, assieme a suo Zio/Coach, al suo Team e con un’incrollabile Fiducia in Se Stesso ha continuato a lavorare in silenzio per Migliorare il proprio Gioco e dopo il Successo su Murray ha dichiarato: “…nel Mio Gioco ora ho più opzioni di prima,…adesso so Cambiare Ritmo,… posso Servire Bene, talvolta Molto Bene,… Gioco Molto Meglio dal Centro del Campo e non devo più Correre dappertutto per Fare il Punto….”

 

A mio Parere, questa Chiara e Lucida Consapevolezza nei propri mezzi nasce dalla Straordinaria Umiltà con la quale Rafel, fin da giovanissimo, ha sempre affrontato la sua “Vita Sportiva” ed infatti continua:”…vorrei Migliorare Sempre in Tutto e vorrei Vincere ogni Partita, ma so che le cose possono Cambiare in Poco Tempo,…so che anche se sono al Miglior Livello, Murray mi può comunque Battere,… so che tutti i Tornei sono Duri e quelli dello Slam lo sono ancora di più perché su 5 set i più Forti hanno più Possibilità per Recuperare…”

 

Con questa “Testa”, Nadal affronta i match.….veramente notevole per un ragazzo di neanche 23 anni…che dite!!??

 

La Finale contro Murray poi è stata giocata in Condizioni Incredibili:…c’era un Vento che soffiava a 46 chilometri all’ora!!!

Ora, chiunque frequenta i Tornei di Tennis sia di Ragazzi che di Adulti, sa perfettamente quali sono le Scuse,…le Reazioni,…gli Imprechi che escono fuori quando c’è anche solo una semplice e rinfrescante “Brezza Marina”!!!

 

Nadal a riguardo si è invece limitato a spiegare semplicemente Come si è Comportato in quella Situazione veramente Proibitiva ed Estrema per un Giocatore di Tennis:”…in questi casi bisogna Muoversi il Più Possibile, non Cercare le Righe e il Vincente, ma Tenere la Palla in Campo.

 Io mi sono abituato alla Situazione meglio di Murray ed ho avuto un’Attitudine più Positiva….”. 

 

Questo “Atteggiamento Mentale” che emerge dalle Parole di Nadal, rappresenta per me uno Straordinario Riferimento dal quale Prendere Esempio non solo per lo Sport Agonistico,… ma per tutti i campi della vita!

 

Voi che ne pensate? 

 

*I Tornei denominati “Master 1000” sono i più ricchi ed importanti del Circuito Professionistico dopo i famosi “Slam”)

 

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo...
Ci sono 6 commenti per questo articolo
    • gianni alle 12:40

      Grazie Alberto…mi fa piacere che sei qui…ti ho risposto proprio adesso alla tua email….in bocca al lupo x i tuoi tornei!!

  1. MARCO alle 16:03

    FORSE NEL GIOCO NADAL NON HA IL TALENTO
    DI ALTRI EX ED ATTUALI CAMPIONI,
    MA NELL’ATTEGGIAMENTO MENTALE E SOPRATTUTTO NEL RISPETTO DEGLI AVVERSARI E’ IL VERO ED INCONTRASTATO N.RO 1.
    CIAO MARCO

    • gianni alle 21:56

      Ehi…Marco…attenzione a “scherzare” con il talento di Nadal!!
      E’ uno che da bambino, a 8 anni, vinceva con quelli di 11-12 e a 14 anni e mezzo ha esordito nei tornei professionistici….!!??

  2. francesco alle 16:21

    coach i penso che cmq
    nadal sia un campione se no non poteva arrivare a essere il numero uno soltanto correndo rispetto
    ad altri interpreta la partita in modo diverso
    adeguandosi ad ogni difficolta
    ma quello che lo rende un vincente prima di entrare in campo e la sua testa.
    e un aspetto che devo curare piu del mio lato tecnico
    ciao a presto.

  3. Gianni alle 8:47

    Francesco,… cerca di uscire dai “luoghi comuni”…uno che vince ovunque a quei livelli, pensi davvero che possa farlo solo “correndo”???
    Invece di vedere quello che chiami “lato tecnico” ….osserva…migliora… ed allena il “lato TECNICO-TATTICO” del Gioco e del tuo Gioco in particolare, …
    La DOMANDA da farti è: di CHE COSA ho bisogno per alzare il mio RENDIMENTO durante il match??
    Essere più regolare abbassando il numero di errori gratuiti?? Andare più a rete mettendo pressione all’altro?? Ecc….
    Ciao Gianni

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>